Teatro Ragazzi


TEATRO RAGAZZI – Dal libro alla scena

DORA E IL GENTILORCO  | NOVITA’ 2018 

LA RICETTA DELLA STRAFELICITA’ | PRODUZIONE ANNO 2017  

ESCO COSì MI PERDO |PRODUZIONE ANNO 2015  (repertorio)

Cinqueminuti sostiene la produzione e promozione di Teatro Ragazzi dalla letteratura per bambini e ragazzi alla scena.

Quando

disponibili per le programmazioni:
Stagioni Artistiche 2017/18 e 2018/19 
Stagione Estiva 2018 e 2019 
Festival e Rassegne 

Dove

Gli spettacoli sono tutti  ideati per spazi teatrali e anche non convenzionali
Agili e adattabili alle esigenze degli ospiti (Teatri, Biblioteche, Centri Culturali e Sociali, Piazze)

Contatti

Per informazioni e distribuzione
Referente Daria De Luca
E- mail: distribuzione@cinqueminuti.eu 
Tel. +39 347 4416833


 

Dora e il Gentilorco 

di Matteo Razzini

Spettacolo di teatro d’attore e musica dal vivo
con Pina Irace e Stefano Tincani

Una produzione: Cinqueminuti
In collaborazione con: Le Invenzioni inutili 

“Lunga vita agli stupidi, pronti a meravigliarsi delle piccole cose.
Fate largo ai matti, capaci di regalare la propria fragilità alle persone incontrate.
Date spazio alla poesia delle parole semplici, così che possano fiorire negli angoli più insoliti del quotidiano.
Ed infine liberate i bambini, affinché diffondano l’arte dello stupore primordiale.

In città viveva un uomo bislacco.
Si chiamava Franco, sorrideva sempre e scriveva piccole frasi che regalava alle persone incontrate.
Per tutti era solo il matto del paese, ma per Dora, bambina curiosa e sensibile, era un Gentilorco capace di far fiorire la poesia su ogni cosa. Purtroppo il temibile Igor Grattabordo passava tutte le notti a cancellare la magia di Franco.”

spettacolo tratto dal libro “Dora e il Gentilorco ” di Matteo Razzini
con illustrazioni  di Sonia M.L. Possentini (Valentina Edizioni)

Durata prevista 50 min

Scarica il dossier Dora e il Gentilorco


La ricetta della strafelictà 

Spettacolo di teatro d’attore e musica dal vivo
di e con Matteo Razzini  

Trio Musicale in scena
Stefano Tincani (trombone), Alessandro Fava (Basso)
e Massimo Giudici (batteria)

Una produzione: Cinqueminuti

 

 

Una produzione: Cinqueminuti

L’estate era il periodo dell’anno che Michele amava di più, perché poteva passare molto tempo da solo con la nonna Isa: la sua gioia era di vederle cucinare la strafelicità. La nonna la preparava seguendo una ricetta segretissima che custodiva gelosamente tra le pagine di un quaderno a quadretti.
«Un pomo d’amore sopra al tagliere trita, sminuzza, poi stallo a sentire: la voce suadente induce al pianto che infine fiorisce e diventa incanto!» diceva la nonna danzando con gli arnesi al vento, tra lacrime di cipolla e sorrisi di mezzaluna.
«Pesa la gioia sulla bilancia aggiungi un ricordo di succo d’arancia sbuffa di nebbia,
 ungi di burro mescola tutto col cielo azzurro!»
Cantilenava nonna Isa con voce argentina tra piccoli vulcani di farina dal cuore palpitante di uova.
«Rovescia un sacco di sogni leggeri che siano bei freschi di oggi o di ieri aggiungi un abbraccio di terre lontane ma se assaggi tutto, nulla rimane!»

Dal libro “La ricetta della strafelicità” di Matteo Razzini, illustrazioni Alessandro Ferraro (Corsiero Editore)

Durata: 45 min circa

Scarica il dossier La ricetta della strafelicità

 


Esco così mi perdo

di Matteo Razzini

Spettacolo di teatro d’attore e musica dal vivo
con Paolo Garimberti e Stefano Tincani  | Musiche di scena Stefano Tincani

 

Una produzione: Cinqueminuti

Il viaggio nel mondo della narrazione parte da un’improbabile soffitta piena di ogni genere di cianfrusaglie e oggetti.
Al centro della soffitta un baule abitato da due eccentrici amici.

Monsieur François Baul, in arte Fefè, cercatore e raccontatore di storie e dal suo inseparabile amico e aiutante Jean Pierre Trombon, che parla solo attraverso gli strumenti musicali.

La scoperta di una piccola porta con l’effige del Regno di Calcea porterà gli spettatori alla scoperta di un mondo nuovo, fatto di scarpe regali, di calze e di stracci.

L’avvento di un principe calzino spaiato (Sir Pedalino), porterà i regali genitori a prendere decisioni drastiche, considerando l’opportunità di crearne un sosia “perché i calzini si sa, nascono sempre al paio”.

Da qui iniziano le avventure di Pedalino che decide di scappare da un mondo che non sente suo. Vivrà una serie di avventure fisiche e psicologiche alla ricerca della propria vera identità e unicità, nonostante la sua apparente disabilità. L’aiuto di una bolla di sapone costituirà l’elemento magico e femminile di passaggio…

Durata prevista 55 min

Dal libro Esco così mi perdo di Matteo Razzini  con illustrazioni di Sonia M.L.Possentini- Edizioni Corsare
Fiaba Vincitrice del Premio H.C. Andersen 2010

Scarica il dossier Esco così mi perdo

Scarica il dossier per le scuole Esco così mi perdo – didattica